Domenica Live, Nadia Bengala disperata: “Mia figlia è sparita”

L’ex Miss Italia rivela: “Abbiamo litigato, perché ama un uomo di 30 anni più grande”

“Mia figlia è sparita da un anno, abbiamo litigato perché ama un uomo di 30 anni più grande”. È disperata l’ex Miss Italia, Nadia Bengala, che a Domenica Live lancia il suo appello per riabbracciare la figlia di cui non ha più notizie da oltre un anno. Nel salotto di Barbara D’Urso la soubrette piange quando le fanno vedere vecchie immagini di lei assieme alla figlia e ammette di aver sbagliato: “Sono stata una madre tedesca, un po’ troppo presente, forse troppo dura essendo stata madre e padre”. L’ultima volta che madre e figlia hanno avuto un confronto è stato nel novembre 2016: “Io ho accettato quest’uomo, se è quello che il suo cuore ha scelto per me va bene. Voglio solo riabbracciarla”.

Il bouquet della sposa: il magico mazzolino che completa il look

Il bouquet è l’ultimo tocco che perfeziona il look della sposa: completa l’abito e, insieme al velo, crea la solennità del giorno del sì. Per questo non è ammesso alcun errore. Affidatevi dunque a un esperto fiorista che darà armonia a tutti gli addobbi floreali, compresi quelli della chiesa o della sala scelta per le nozze e per il ricevimento, e vi consiglierà nel modo migliore evitando di inciampare in pericolose cadute di stile. Il bouquet resterà a stretto contatto con la sposa per tutta la cerimonia, sarà quindi fondamentale scegliere fiori che non macchino né rovinino l’abito e che si mantengano perfetti per tutta la giornata.

C_2_fotogallery_3083593_7_image

Durante il ricevimento sarà la sposa a decidere cosa farne del bouquet. Contrariamente a quanto si pensi, l’usanza del lancio è piuttosto recente ed è stata mutuata dalle consuetudini statunitensi. In Italia tradizionalmente il bouquet si lasciava in chiesa, in omaggio alla Madonna, ma negli ultimi decenni anche le spose di casa nostra usano lanciano alle amiche: la fortunata che riesce ad afferrarlo prenderlo si sposerà (dice la leggenda) entro l’anno. Oggi alcune spose lo regalano alla migliore amica, oppure sfilano qualche fiore per donarlo alle invitate e poi lo conservano. Chi decide di conservarlo e vuole farlo essiccare deve solo appenderlo a testa in giù in una stanza buia e poi conservarlo in una scatola per proteggerlo dalla polvere. Se volete tenerlo per ricordo, senza rinunciare al lancio, potreste anche farvene confezionare uno simile, anche un po’ più piccolo, da usare proprio per questo gioco con le amiche nubili.

La tendenza del 2018 attinge poco dalla tradizione romantica che predilige rose, peonie, orchidee: fa invece l’occhiolino ad interessanti commistioni di genere. La sposa sofisticata sarà entusiasta di portare all’altare un bouquet fatto di rose di campo e ranuncoli, l’ecochic preferirà invece un bouquet green con foglie verdi e note di fiori bianchi. La dark lady resterà affascinata dalle calle nere e dai tulipani blu, mentre chi ha un gusto più esotico apprezzerà orchidee e ortensie con innesti multicolor. E poi c’è l’intramontabile scelta minimal che punta su margherite o rose bianche, o lo stile bucolico creato attraverso dalie e un mix di fiori chiari. Chi si sposa d’inverno ha invece a disposizione mughetti, calle, ranuncoli, bucaneve e bacche di vario tipo. Le più originali adoreranno anche l’innesto di ortaggi, come ad esempio i carciofi, che renderanno il tutto più interessante, grazie a un pizzico di ironia.

Esistono diverse tipologie di bouquet, ma tre sono le principali: il mazzolino piccolo e circolare, il bouquet a cascata e il bondu. Quest’ultimo è caratterizzato da drappi di tessuto che tengono insieme i fiori e danno un’aria più stilosa alla sposa. Il modello a cascata è ricco di fiori e piante dal taglio lungo ed è anche piuttosto impegnativo da portare: quindi sceglietelo solo se sarete sicure di non sentirvi impacciate, altrimenti potrebbe spezzare l’armonia della vostra figura. Il bouquet piccolo e circolare è pratico e raffinato, con quello vi sentirete a vostro agio e sarà più comodo lanciarlo alle vostre amiche durante il ricevimento.

Rispettare le proporzioni è sempre la regola d’oro. Se avete scelto un abito a sirena, a principessa o stile impero avete ampio margine di scelta. Importante sarà rispettare la vostra figura: se siete spose curvy evitate una composizione troppo piccola, o troppo grande. Se il vostro fisico è longilineo il bouquet a cascata è l’ideale, ma andrà bene anche il modello piccolo e compatto oppure bondu. Per quelle un po’ più basse di statura, fiori e piante dal taglio lungo andrebbero evitati, anche se potreste trovare una soluzione intermedia per non rinunciarvi.Ricordate: il sogno è sempre a portata di mano!

Albero di Natale 2014: colori di moda per un abete di tendenza

albero-di-natale-bianco-e-turcheseIl Natale si avvicina e come tutti gli anni è tradizione fare l‘albero in casa. Gli italiani propendono sempre per delle festività classiche, senza però rinunciare all’innovazione ed alle tendenze del momento. Anche per gli addobbi e le decorazioni dell’albero di Natale c’è la moda, specie da alcuni anni a questa parte. Il settore del fashion detta le tendenze sui colori e sul genere di decori da utilizzare per avere un abete chic.

Per quest’anno vanno di moda due colori sostanzialmente, Rosa e Blu Tiffany, che donano un’atmosfera gradevole ed elegante alla nostra casa. Si tratta di due tonalità tenui che si sposano bene con l’abete bianco, che negli ultimi anni ha senza dubbio preso spazio rispetto al tradizionale abete verde. Rimangono in voga colori come oro e argento, anche se il secondo sta perdendo punti rispetto al primo perché spesso risulta essere meno elegante e candido. Il bianco è un must have per le decorazioni natalizie, specie se si ha una casa arredata in stile moderno. Per i nostalgici, invece, segnaliamo addobbi di Natale di colore rosso per un albero vintage e retrò come un paio di decenni fa. In questo caso, però, meglio optare per un abete classico di colore verde che crea maggior contrasto e risalto alle decorazioni. Se poi si è amanti del fai da te, allora una delle tendenze del momento è quella di utilizzare addobbi natalizi shabby chic, che sempre più spesso vengono messi in vendita.

Make-up labbra

Il make up aiuta a correggere piccoli difetti ma bisogna sapere bene cosa fare per avere un buon risultato. Per le labbra, ad esempio, matita, gloss e rossetto possono essere degli ottimi aiutanti per chi volesse dare un’immagine diversa della propria bocca, in particolare per chi volesse rendere le proprie labbra meno sottili di quanto non lo siano in realtà.

Innanzitutto è necessario creare una buona base con un fondotinta non troppo scuro – la tonalità deve avvicinarsi molto al proprio incarnato per evitare un antiestetico effetto maschera – e va reso omogeneo con un velo di cipria che permette di fissare al meglio la basa.

A questo punto bisogna avere a portata di mano una matita per disegnare il contorno delle labbra di una tonalità che si avvicini a quella del proprio incarnato ed una abbinata al rossetto, un correttore, un velo di cipria, un rossetto, un lucidalabbra. 

Con la matita – scegliendone una di un colore non troppo diverso da quello del proprio viso, deve avere un effetto piuttosto naturale – va seguito il contorno delle proprie labbra con un tratto sottile. Con il correttore va nascosto tale tratto passando poi un velo di cipria per fissare il tutto. Ora si userà una matita per il contorno labbra di una tonalità abbinata al rossetto prescelto. Con questo contorno labbra si deve tracciare un contorno un millimetro al di sopra di quello reale per ingrandire le labbra: raccomando di non esagerare perché l’’effetto ottico svanisce se la distanza tra il reale contorno e quello tracciato ex novo risultasse esagerata. Appena ridisegnato il contorno si dovrà applicare il rossetto: meglio se lo si fa con un pennellino che permetterà di distribuire il colore in modo omogeneo e preciso. A questo punto si conclude l’operazione dando un tocco di luce con un gloss trasparente che renderà le labbra più lucide e più carnose. 

Bisogna avere un minimo di pratica con il make up per effettuare correttamente tutti i passaggi ed il costo dell’operazione varia a seconda del tipo di prodotti che si sceglie. Complessivamente si può andare da 20 euro in su: servono diversi prodotti di make up e se li si acquista di economici si può spendere attorno ai 20 euro ma se si va in profumeria si arriva a cifre ben diverse per poter comprare cipria, correttore, matita per labbra di due colori, rossetto e gloss. Si può anche evitare il passaggio del disegno del contorno con una matita che si avvicini al proprio incarnato e della cipria limitandosi ad usare una matita più chiara del rossetto ed un rossetto luminoso: in questo caso si abbattono i costi ma l’effetto finale sarà meno preciso di quello che si avrebbe seguendo tutti i passaggi sopra suggeriti. 

In ogni caso consiglio di non esagerare soprattutto nel tracciare contorni troppo evidenti e troppo lontani da quelli reali visto che l’effetto finale potrebbe essere davvero esagerato soprattutto se si scelgono colori molto vistosi. La moderazione è sempre buona cosa quando si usa il make up.