Punti di vista molto intimi, guarda le vip svestite

Dalle curve bombastiche di Ashley Graham a quelle hot della Buccino

Anna Tatangelo davanti allo specchio con jeans e reggiseno è da schianto. Vicky Varga, modella e fidanzata di Graziano Pelle, con un corpetto in pizzo rosso fuoco e un paio di denim è da sballo. Ma anche Cristina Buccino, Federica Nargi, Melissa Satta e Belen sono al cardiopalmo nel loro completo intimo e social. Le vip si svestono e mostrano il loro profilo più segreto…

E poi arriva lei, Ashley Graham, la modella che ha conquistato un mese del Pirelli, ha brillato in costume per Sport Illustrated e riempie campagne di moda con le sue curve burrose. Si spoglia e resta in slip e reggiseno: con le sue forme strabordanti sbaraglia tutte. L’intimo con Ashley diventa esageratamente bollente.

Federica Nargi in bikini: Funny, Sunny, Italian

L’ex velina ha disegnato una capsule collection con 7 costumi dal nome evocativo

Il binomio bikini e velina diventa più forte grazie all’ultimo progetto di Federica Nargi, la capsule collection per il marchio I Am Bikini, che l’ha vista nell’inedita veste di designer, oltre che, ovviamente, di modella. Lookdavip ha indagato su questa nuova avventura della showgirl che, oltre alla conduzione di Colorado e al faticoso ruolo di mamma (di Sofia, 1 anno), ha voluto cimentarsi anche nel settore moda.

– I AM BIKINI: come nasce questo progetto e da quanto ci lavori?
Il progetto è nato perché sono diventata la testimonial del brand e parlando con i fondatori Mario Borgonovo e Amedeo Di Martino ci è venuta l’idea di collaborare creando una capsule collection. Sono sette costumi e ognuno ha un nome che rappresenta un’emozione o un aggettivo con cui mi definisco: Funny (divertente), Sunny (solare), Friendly (amichevole), Sparkly (frizzante), Happy (felice), Sweet (dolce), Italian (italiana).

– Qual è il capo della collezione che preferisci?
Sono sette modelli e non saprei scegliere! Mi piacciono tutti! Non vedo l’ora che sia estate.

– Quali sono state le difficoltà progettuali?
Non ce ne sono state! Ho cercato di pensare a ciò che le ragazze preferiscono e al mio gusto personale, dando vita a questi sette costumi, tutti diversi, tutti unici.

Alessandro Matri ti ha dato dei consigli? Se sì di che tipo?
No. Alessandro l’ho lasciato proprio fuori. Di solito gli chiedo sempre consigli, ma in questo caso ho voluto fargli una sorpresa. Gli ho dato solo qualche anticipazione.

– A parte Costanza Caracciolo, a chi regalerai uno dei tuoi costumi?
A tutte le mie amiche, a mia sorella, a mia madre… e ovviamente Costanza sarà una delle prime ad averli!

– Pensi che tua mamma indosserebbe i tuoi costumi? Quale le consiglieresti?
Certo che li indosserà! Le consiglierei il modello Italian, un costume a vita alta dal mood anni ’50, perfetto per il suo stile.

– Bikini o intero: in generale cosa preferisci?
Entrambi, dipende dal mio umore, ma sempre I Am Bikini!

– È cambiato il tuo fisico da quando sei mamma? E il tuo modo di vestire?
Sì certo, sono rimasta molto easy e sportiva, però a volte mi accorgo che preferisco indossare abiti più da “mamma”!

Federica Nargi furiosa: “Non sono anoressica. Sono dimagrita perché ansiosa”

Lʼaccusano di essere troppo secca, lei risponde sui social

Federica Nargi è furiosa. Posta un selfie dal parrucchiere con un miniabito con le gambe a vista e i fan l’accusano di essere troppo magra. Anzi, anoressica. La reazione della ex velina non tarda ad arrivare: “Sono dimagrita perché sono una persona ansiosa… Scrivetemi pure che sono troppo secca, lo vedo da sola, ma non permettetevi di usare la parola anoressia. E’ una malattia grave…”.

Lo sfogo della Nargi mette a tacere tutti: “Non ho mai voluto cancellare commenti negativi sui miei profili, aldilà di quelli volgari. Accetto le critiche, servono per crescere e non ho mai avuto la presunzione di dover piacere a tutti. Quello che non accetto è la faciloneria con la quale al giudizio viene abbinata la malattia. Sono dimagrita perché sono una persona ansiosa e voglio sempre fare tutto da sola, ed è stato un periodo davvero intenso. Sono la prima che vorrebbe avere qualche chilo in più, ma per me è dura quanto per altri dimagrire”.

Poi rincara la dose e avverte i follower: “Scrivetemi pure che sono troppo secca, lo vedo da sola, ma non permettetevi di usare la parola anoressia. E’ una malattia, è grave e rovina la vita di tante ragazze e delle loro famiglie. Non è qualcosa su cui scherzare, non è un offesa o un giudizio. A me basta un periodo di riposo per riprendere i chili persi, non combatto quotidianamente contro un’ossessione. Le cose importanti sono altre: vivo dei sorrisi di mia figlia, dell’amore del mio compagno e gli abbracci della mia famiglia e dei miei cari.. e vi assicuro che per me sono meglio due chili in più che due in meno”.