A casa di Fedez e Chiara Ferragni è già Natale

In centro Italia nevica e Fedez crea l’atmosfera innevata e natalizia nel suo appartamento milanese. Nel bosco verticale del rapper arriva l’abete bianco. Il rapper e la compagna Chiara Ferragni in dolce attesa di un bebè guardano emozionati la casa che si veste di festa. In arrivo anche i primi regali per il baby Leone che nascerà a inizio primavera.

Non si finisce mai di festeggiare: dai compleanni alla cicogna in arrivo, dall’uscita del nuovo inedito diventato disco d’oro agli oltre 30mila biglietti venduti in una settimana per il concerto a San Siro con J-Ax. Solo l’altra sera Fedez e amici erano al ristorante a brindare per il compleanno della mamma, sono passate poche ore e c’è già un altro motivo per far festa. Motivi professionali e privati si alternano in un va e vieni di emozioni. Per stare in tema anche l’appartamento superlusso del rapper si veste di nuovo: arriva l’abete bianco e si respira aria di Natale. Una “morbida” e rilassata Chiara Ferragni sta in panciolle sulla poltrona ad ammirare i “lavori in corso” e riceve i primi regali per il piccolo Leone che porta in grembo.

Mara Venier a Tu Si Que Vales: “Ma vaffa…”. E abbandona lo studio

Sono volati gli stracci durante l’ultima puntata di Tu si que vales, tra Teo Mammuccari e Mara Venier. Oggetto del contendere è stata l’esibizione dei “gemelli di Guidonia”. ” A un certo punto cominciano le scintille tra i due, e Mammuccari si lascia andare: “Mara non vede e non sente, è come le scimmie”.

E poi continua a prenderla in giro: “Mara non c’è”. A quel punto la Venier sbotta e manda lo showman romano a quel paese: “Ma vaffa….” e, dopo aver annunciato il verdetto della giuria sbotta definitivamente: “Non fai ridere, il pubblico non ti ama quando continui a offendermi. C’è un limite a tutto”.

A questo punto il colpo di scena, Mara abbandona lo studio e si rifugia nei camerini. Partono allora i lavori diplomatici di Maria De Filippi che, alla fine e dopo alcune trattative, riuscirà a far riappacificare i due giurati litigiosi.