Mango – Mangifera indica L.

Generalità

Il Mango (Mangifera indica L.) appartiene alla famiglia delle Anacardiaceae.
E’ di origine indiana e produce grandi frutti ovoidali. Coltivato in quasi tutti i paesi tropicali (Brasile, Sud Africa, Perù, Venezuela, Costa d’Avorio e altri paesi dell’Africa Occidentale, Israele, Puerto Rico). Le stagioni di raccolta nei vari paesi si susseguono e il frutto è quindi presente sul mercato tutto l’anno.

Varietà

La buccia può essere completamente verde, gialla, rosso cupo o una combinazione di questi colori. La polpa è di colore giallo arancio, compatta, sugosa e profumata, con pochi o con nessun filamento. Il nocciolo è appiattito e piuttosto duro, aderente alla polpa.

Le varietà più apprezzate (Tommy Atkins, Haden, Kent, Keitt e numerose altre varietà simili) sono carnose e possono pesare da 200 gr a 1 kg, anche se normalmente si trovano in commercio frutti di 300/400 gr.

Il frutto duro si conserva a temperatura ambiente finché non si ammorbidisce. Evitare il frigo, che ne diminuisce le qualità organolettiche. Rinfrescare in frigo solo per qualche minuto prima del consumo. Viene consumato al naturale, come sorbetto, in macedonia, in torte di frutta fresca. Si mangia tagliando due grosse fette al lato del nocciolo, levando poi la buccia. E’ uno dei componenti del chutney, un condimento molto ricco assai usato in India per accompagnare la carne.

Rimedi naturale per combattere la forfora

La forfora è uno dei principali nemici dei nostri capelli, difficile da debellare anche a dispetto di tanti e disparati tentativi. E’ una patologia del cuoio capelluto, che si presenta come scagliette bianche e secche alla base del capello. Di norma il ricambio delle cellule epiteliali del cuoio capelluto avviene regolarmente e l’eliminazione delle cellule morte come desquamazione dei tratti superiori dell’epidermide si verifica senza problemi, e una modestissima presenza di desquamazione è fisiologica. Quando la presenza di squame biancastre e secche è piuttosto elevata, si parla di forfora, che può essere sintomo della dermatite seborroica, che è quindi cronica. E’ un fenomeno molto diffuso che provoca imbarazzo e addirittura problemi di autostima in molte persone, tanto che la sua cura può essere importante anche solo per ragioni psicologiche.

Per combatterla non serve andare dal medico, basta variare la dieta, evitando alcol e grassi, e puntando si frutta e verdura. Ma se ciò non dovesse bastare shampoo a parte, si può ricorrere ad alcuni rimedi naturali, ereditati dai nostri nonni. Primo fra tutti un bell’impacco all’uovo, con tre tuorli, acqua e un aceto. Ma anche il rosmarino ha importanti proprietà benefiche: basta ridurlo in polvere, unirlo al sale e passarlo sui capelli un paio di volte alla settimana. Altri rimedio è il succo di limone, da applicare con attenzione, per poi risciacquare acqua. C’è poi anche una sorta di maschera di bellezza, da applicare per una ventina di minuti una volta alla settimana. Si ottiene mescolando rosmarino, tè, olio di jojoba ed estratto di eucalipto. Ottimi risultati si possono avere anche con l’olio di semi di lino. Il suo utilizzo costante, in poche gocce, da massaggiare sul cuoio capelluto prima dello shampoo, può contribuire ad alleviare e via via a diminuire il problema.

Forfora secca e grassa, i rimedi

In erboristeria si può invece acquistare l’argilla verde ventilata, da utilizzare per fare un impacco antiforfora da applicare sui capelli e da lasciare agire per 30 minuti prima di passare allo shampoo. Adatta per capelli grassi. Per chi ha invece i capelli secchi, può usare dell’argilla bianca, da mixare con acqua. Uscirà fuori un composto cremoso da applicare sulla testa, prima del risciacquo. Altri rimedi sono rappresentati dall’ortica (si prepara un infuso per ottenere una lozione) e dalla barbabietola: far bollire fiori e radici di barbabietola in semplice acqua, filtrare il decotto, lasciarlo raffreddare prima di essere applicato sul cuoio capelluto, massaggiandolo con delicatezza prima di passare allo shampoo.

Da mille e una notte

Si chiama Marrakech la collezzione di gioelli di Stroili che si ispira alle decorazioni degli antichi palazzi arabi. I maxibracciali alla schiava e gli orecchini chandelier, in metallo dorato e cristalli, sono in vendita anche sull’ e-commerce di Stroili.

phpThumb_generated_thumbnail (2).jpeg

$T2eC16ZHJIQE9qUHuEgnBQoSPBVIEw~~60_35.JPG

14-stroili-oro.jpg

Rimedi naturali – denti bianchi

Il fumo, il caffè e il tè macchiano i denti, questo ormai è risaputo, anche con una igiene oraleaccurata aloni e macchie sono abbastanza comuni un pò in tutte noi, ma come fare per avere i denti bianchi senza rovinarli o irritare le gengive?

Come ostentare un sorriso perfetto senza prosciugare il portafogli con trattamenti dal dentista o comprare prodotti deluxe in farmacia e che a volte fanno più danno che altro.

Limone e bicarbonato sono prodotti perfetti per il nostro scopo, economici ed efficaci, ovviamente non dovete abusarne, prendete un bicchiere di acqua e mettete dentro il succo di limone e un bicchierino di bicarbonato, mescolate bene e usatelo per bagnare lo spazzolino, questo trattamento è efficace ma va fatto al massimo una volta al mese perchè è corrosivo.

Il succo di limone è anche utile, ad esempio ogni tanto potete sfregare mezzo limone sui denti è l’ideale per togliere aloni e macchie provocate dal fumo, sia sui denti che nelle mani. Nelle mani potete anche farlo più spesso, nei denti state attenti perchè il limone è molto corrosivo.

Se il vostro problema è il tartaro, mescolate un bicchiere di acqua con un cucchiaino di aceto di mele e fate degli sciacqui, va bene anche per le gengive infiammate.

Tendenze moda autuno/inverno 2013/2014.

Uno dei colori più estivi invade anche le passerelle invernali e diventa la nuance più adatta per capispalla moderni. Dal cappottino sfiancato al giaccone trapuntato: volete un po’ di colore per le vostre giornate più fredde? Osate con l’arancione, dai toni più fluo a quelli più tendenti al tangerine. 

Milano, Parigi, Londra e New Yor le sfilate hanno dettato come sempre le tendenze moda per l’autunno inverno 2013/2014.

trend-moda-autunno-inverno-2012-2013-pelliccia-colori-pop-123126_L (1).jpg

In passerella i designer hanno portato colore, forme classiche reinventate, materiali innovativi e stampe divertenti. Spicca fra tutti il Tartan must di ogni inverno, presente nelle collezioni di quasi tutti gli stilisti, e che per il 2014 assume pattern e accostamenti diversi dal solito.

A parte i canonici colori e materiali invernali, come la pelle nera, il tweed e il blu, protagoniste di questa stagione saranno anche le fantasie fiorite, che riprendono i colori autunnali e arricchiscono capi romantici e decisi allo stesso tempo. 
Il capospalla è invece colorato, preferibilmente rosa o arancione, così come i maglioni che vanno portati oversize sulle gonne.

 Classico quasi collegiale, destrutturato e colorato per un completo giacca pantalone dall’effetto eclettico, bon ton in salsa grunge per miniabiti quasi da teen-ager: il tartan si reinventa per questo autunno inverno 2013/2014 e si candida a fantasia must della stagione.

Ripescate quindi dall’armadio la vostra gonnellona a pieghe, la vostra giacca scozzese e i vostri pantaloni modello college inglese; abbinati con colletti inamidati e t-shirt nere saranno perfetti. 

Delicati fiori che avvolgono il corpo in vestiti eleganti e bon ton, o anche in completi più decisi, ma che non rinunciano a tessuti leggeri e forme sinuose: questo autunno inverno 2013/2014 sarà all’insegna dei colori caldi come il mattone, delle rose rosse malinconiche e di tessuti iperfemminili come la seta e lo chiffon. 

I maglioni della nonna giacciono nel vostro armadio inutilizzati? È il momento di tirarli fuori e di creare nuovi abbinamenti. Una dei trend moda autunno inverno 2013/ 2014 è il maglione oversize, colorato e con fantasie, che cade ampio su una gonna preferiblmente lunga, che non vada troppo sopra il ginocchio.

Un look casual ma sofisticato, che in passerella viene accostato a stili diversi, dal bon ton allo streetwear.

Una seducente apertura frontale che mostra le gambe anche attraverso vestiti più ampi: ritornano gli spacchi nelle collezioni autunno inverno 2013/2014 e rivelano tutta la femminilità di capi molto diversi fra loro, dall’abito etnico al completo minimal nero.

Prima erano solo i capelli, con l’ombre hair o lo shatush, adesso l’effetto sfumato arriva anche sui vestiti e sulle passerelle autunno inverno 2013/ 2014. Il trend impone capispalla bicolore, senza stacchi netti ma con un elegante degradé.

È uno dei capi da sempre simbolo di eleganza e professionalità. Nelle sfilate autunno inverno 2013 / 2014 uno dei trend è stato di sicuro il tailleur, rivisto e reso più attuale.
Oversize, abbinato a gonne pantalone oppure allegerito, grazie a forme e tagli più moderni e giovani. 

Protagonista anche delle scorse sfilate autunnali, l’oro impera nelle collezioni degli stilisti, e in particolare cerca di creare un binomio con la pelle o i materiali più rigidi.
Bello su vestiti e su scamiciati, audace anche sui pantaloni. L’abbinamento è tutto un gioco di contrasti e di alchimia: dal grigio al nero, dal blu al marrone per creare un look più aggressivo o elegante. 

I tagli alla moda per la primavera-estate 2013

Potremmo fare una distinzione tra portabilità e tendenza, parlando di tagli di capelli, ma stavolta abbiamo decido di concentrarci solo esclusivamente su ciò che detta la moda. Se dovessimo guardare le passerelle per scegliere il nostro look, avremmo tutte i capelli lunghi, raccolti in austere code di cavallo (altissime o basse). Per divertirci potremmo alternare la frangia a un lungo pari.

In realtà, le acconciature che arrivano alle sfilate di moda non sono solo quelle che vanno di moda, sono funzionali all’abito. È, infatti, quest’ultimo il vero protagonista e deve risaltare. Se desiderate quindi veramente divertirvi con qualche taglio sbarazzino, guardate le anteprime dei film, i tappeti rossi o le premiere. Sono ottime anche le raccolte fondi e le cene di gala. In queste occasioni le star danno il meglio.

Sicuramente il corto è una delle scelte più opportune: potrete scegliere tra il cortissimo, stile pixie, a un taglio più punk. Ottimo, per esempio un bel rasato laterale, seguito da un ciuffo aggressivo, sparato in alto. I colori che più vanno di moda sono il biondo platino e il nero. Continuano a piacere i caschetti lunghi davanti.

Un’altra cosa impedibile è il trattamento BALAYAGE. Se desiderate mantenere i capelli lunghi, possibilmente lisci e leggermente scalati, devono avere questa sfumatura. Scuri alla radice e chiarissimi sulle punte, come Bianca Balti a Sanremo. La ricordate?

Saldi invernali 2013: cosa non comprare

shopping_default1.jpg

Tutto è pronto per i saldi invernali. Ecco un guida semiseria sui 10 errori da non commettere durante gli acquisti.

Comprare capi sporchi o fallati: spesso la merce in saldo, soprattutto nelle catene low cost, viene ammucchiata disordinatamente e quando vai nel camerino per provartela ti accorgi di fili tirati o macchie di trucco.

Comprare capi con le placche antitaccheggio ancora attaccate. Nella fretta i cassieri potrebbero dimenticarsene.

Comprare capi con finti ribassi. Occhio al cartellino: mi è capitato che il prezzo del capo non fosse davvero scontato.

Comprare capi delle nuove collezioni.
Spesso veniamo attirati dalle nuove collezioni e non badiamo troppo ai saldi. E’ invece giusto approfittare dei prezzi ribassati per concludere affari fashion.

Ecco inoltre alcuni trucchi per far fruttare il vostro shopping:

  1. Shopping di Sabato o Domenica significa calca. Evitare il weekend e gli orari di punta cercando di fare shopping durante la settimana, magari sfruttando la pausa pranzo. Soltanto così troverete merce in ordine e riassortita.
  2. Niente fidanzati impazienti che mettono fretta. Lo shopping migliore si fa da soli o con le amiche davvero fidate.
  3. Evitare di vestirsi con troppi strati: nei negozi fa molto caldo e nel camerino, con pochi vestiti addosso, saremo più agevolate nel provare molte cose.
  4. Non spendere tutto il budget al primo negozio: l’ideale è fare un giro veloce per negozi per poi acquistare i pezzi più belli e convenienti.
  5. Non aspettate l’ultimo giorno dei saldi perché avrete difficoltà a trovare la vostra taglia.
  6. Se vi innamorate perdutamente di un capo acquistatelo subito: lasciarlo incustodito potrebbe significare non trovarlo più.