Marica Pellegrinelli, costumi bollenti in vacanza

Nessuno scatto di coppia, solo immagini sulla spiaggia

C’è anche Eros Ramazzotti alle Maldive con la moglie Marica Pellegrinelli, ma le foto di coppia non sono social. Lei posta immagini mozzafiato in costume mentre cammina nelle acque cristalline o gioca con i granchi, lui si limita a fotografare tramonti intramontabili. L’amore non scoppia tra i post Instagram e ai fan non resta che sbirciare solo scorci di sfilate imperdibili di Marica…

Belen cavalca lʼonda erotica e acchiappa mezzo milione di like

La Rodriguez a cavallo è una bomba sexy: fan impazziti

Uno scatto che fa impazzire Instagram. Più di 500mila like in 24 ore. Belen Rodriguez succinta in micro bikini in sella a un cavallo fa incetta di cuoricini e conquista i follower. In spiaggia in riva la mare, la showgirl lascia pochissimo spazio all’immaginazione e con quelle curve inarcate stuzzica la fantasia dei fan.

Single e divisa tra amori finiti (per Andrea Iannone) e sentimenti infiniti (per Stefano De Martino, suo ex marito e padre di suo figlio Santiago), Belen si butta a capofitto nel lavoro. Non solo in tv, ma anche come modella per la sua linea di costumi. Lo shooting insieme alla sorella Cecilia ha conquistato i fan, ma c’è una foto più di altre che lascia senza fiato. In sella al cavallo con un fondoschiena che pare disegnato, la Rodriguez si aggiudica la palma di più sexy dei social…

Belen più magra che mai, ma le curve restano

La Rodriguez davanti ai flash insieme alla sorella Cecilia

Giornate impegnate per Belen Rodriguez di ritorno dal weekend sui monti con Andrea Iannone e dopo aver fatto visita al nuovo nido d’amore che il pilota ha comprato a Lugano. La showgirl a Milano si dedica agli shooting in bikini insieme alla sorella Cecilia. Gli scatti che posta sul suo Instagram Stories lasciano senza fiato i follower…

Forme perfette, curve sinuose e linee più snelle che mai, Belen posa davanti ai flash, ma prima ancora si sbizzarrisce con lo smartphone nel camerino. Trucco, parrucco e smorfie davanti allo specchio mostrando scorci di pelle e mosse che affascinano i fan. Con un bikini a fascia, la Rodriguez, insieme a Cecilia, incanta e regala panorami ad alto tasso erotico.

Solo pochi giorni fa era sulla neve insieme ad Andrea Iannone e al piccolo Santiago. Qualche giorno di festa (il battesimo del figlio dell’amica Antonia Achille) e di relax sui monti (tra spa, corse sulla neve e momenti romantici) e poi via di corsa agli impegni milanesi. E dopo una lunga giornata in bikini per lo shooting del suo brand di costumi, Belen si distrae a cena con i fratelli Jeremias e Cecilia per una happy family perfetta.

Federica Nargi in bikini: Funny, Sunny, Italian

L’ex velina ha disegnato una capsule collection con 7 costumi dal nome evocativo

Il binomio bikini e velina diventa più forte grazie all’ultimo progetto di Federica Nargi, la capsule collection per il marchio I Am Bikini, che l’ha vista nell’inedita veste di designer, oltre che, ovviamente, di modella. Lookdavip ha indagato su questa nuova avventura della showgirl che, oltre alla conduzione di Colorado e al faticoso ruolo di mamma (di Sofia, 1 anno), ha voluto cimentarsi anche nel settore moda.

– I AM BIKINI: come nasce questo progetto e da quanto ci lavori?
Il progetto è nato perché sono diventata la testimonial del brand e parlando con i fondatori Mario Borgonovo e Amedeo Di Martino ci è venuta l’idea di collaborare creando una capsule collection. Sono sette costumi e ognuno ha un nome che rappresenta un’emozione o un aggettivo con cui mi definisco: Funny (divertente), Sunny (solare), Friendly (amichevole), Sparkly (frizzante), Happy (felice), Sweet (dolce), Italian (italiana).

– Qual è il capo della collezione che preferisci?
Sono sette modelli e non saprei scegliere! Mi piacciono tutti! Non vedo l’ora che sia estate.

– Quali sono state le difficoltà progettuali?
Non ce ne sono state! Ho cercato di pensare a ciò che le ragazze preferiscono e al mio gusto personale, dando vita a questi sette costumi, tutti diversi, tutti unici.

Alessandro Matri ti ha dato dei consigli? Se sì di che tipo?
No. Alessandro l’ho lasciato proprio fuori. Di solito gli chiedo sempre consigli, ma in questo caso ho voluto fargli una sorpresa. Gli ho dato solo qualche anticipazione.

– A parte Costanza Caracciolo, a chi regalerai uno dei tuoi costumi?
A tutte le mie amiche, a mia sorella, a mia madre… e ovviamente Costanza sarà una delle prime ad averli!

– Pensi che tua mamma indosserebbe i tuoi costumi? Quale le consiglieresti?
Certo che li indosserà! Le consiglierei il modello Italian, un costume a vita alta dal mood anni ’50, perfetto per il suo stile.

– Bikini o intero: in generale cosa preferisci?
Entrambi, dipende dal mio umore, ma sempre I Am Bikini!

– È cambiato il tuo fisico da quando sei mamma? E il tuo modo di vestire?
Sì certo, sono rimasta molto easy e sportiva, però a volte mi accorgo che preferisco indossare abiti più da “mamma”!

I dettagli del “cambiamento” di Melissa Satta

Dal velluto alle stringhe: intervista con la designer (e modella) di Changit

Melissa Satta non sta ferma un momento. Due trasmissioni all’attivo, Tiki – Taka e l’appena concluso Il Padre della Sposa, grosse collaborazioni come testimonial (Bata e Stroili, tanto per fare due nomi), un grandissimo successo come influencer sui social network e non da ultima una famiglia di cui occuparsi. Soddisfazioni e tanto tanto lavoro: eppure, la gioia e l’orgoglio che traspare dai suoi occhi mentre parla della propria linea di costumi Changit, non ha eguali.

Melissa, cosa significa “Changit”?
Changit è cambiamento. In inglese si scriverebbe con la E, ma abbiamo voluto stilizzare…
Nasce dall’idea di cambiamento e di evoluzione. In generale, nel mondo della moda, e anche per me, perché oltre a fare da modella stavolta mi sono divertita a progettare. Non ho disegnato con la mia mano, perché non lo so fare, ma ho fatto tutte le scelte progettuali.

Quindi finalmente, anziché “Melissa Satta in costume”, potremo dire “I costumi di Melissa Satta“! Parliamo allora di cambiamento: cosa c’è di bello e di nuovo in questa tua collezione di costumi?
Il velluto è un po’ il mio orgoglio: lo trovo bellissimo, non classico e può essere spezzato e mixato con alti pezzi.
Poi adoro la parte basica, specialmente il costume intero: siamo stati molto attenti al dettaglio. Abbiamo previsto la vita alta e delle sgambature profonde, perché è tornato di moda il modello anni 80, alla Baywatch. Le stringhe laterali sono bellissime e poi io amo il nero!
Sono molto felice dei dettagli: per esempio ci sono spalline fatte con laccetti intrecciati, ci sono costumi trasparenti, ci sono scollature a V sulla schiena.
Le coppe di tutti i costumi sono estraibili perché ci sono donne che non le sopportano. Poi, un motivo di orgoglio dell’azienda è la possibilità di creare e stampare internamente le proprie grafiche. 

Com’è stata questa tua prima esperienza nei panni di designer?
All’inizio di questa avventura pensavo di fare 20 costumi. Poi, sviluppa qua, sviluppa là… anzichè il primo step ho fatto una scala. E’ una collezione ampissima, arricchita da capi estivi per ogni occasione: coprisostumi, shorts, gonnelloni, vestiti corti e lunghi… c’è veramente tanto.

Qual è stata per te la maggiore difficoltà?
E’ stato arginare la mia fantasia! Il problema vero l’ha avuto la ragazza che ha disegnato i capi, perché io avevo delle richieste assurde. Mi ha dovuto spiegare i motivi tecnici per cui non si potevano fare alcune cose, per esempio le caratteristiche che deve avere una spallina per sostenere, la differenza tra i vati tessuti…

Quale sarà la prossima occasione per indossare i tuoi costumi?
Non lo so! A Natale non andrò al mare. A Francoforte ci sarà troppo freddo. In Sardegna magari vado, ma d’inverno è impossibile stare in spiaggia. Magari nel nuovo anno…