Rimedi naturali per sconfiggere la forfora

La forfora è un disturbo del cuoio capelluto: la pelle tende a desquamarsi e si formano delle scaglie lamellari che aderiscono al cuoio capelluto e che una volta rimosse cadono depositandosi sui vestiti. Generalmente questo fastidioso ed antiestetico problema porta con sé un caratteristico prurito, ma anche un aspetto meno sano dei capelli che diventano sfibrati e tendono a cadere più facilmente.

Gli uomini sono i soggetti più esposti a tale problema, in quanto gli ormoni maschili hanno un ruolo nella sua formazione, inoltre il problema si manifesta da giovani e si protrae anche negli anni. Diverse patologie possono render più evidente la forfora sui capelli come il morbo di Parkinson ed alcune malattie neurologiche che causano la compromissione del sistema immunitario. Tra le cause che determinano la forfora si menziona la secchezza della pelle, ma anche la scarsa igiene dei capelli. Un’altra causa è costituita dalla dermatite seborroica: la pelle risulta in questo caso irritata ed oleosa e si ricopre di squame.

Anche la psoriasi incide su tale problema, tale problema dermatologico determina un accumulo di cellule morte della pelle; tra le ulteriori cause che fanno sorgere tra i capelli la forfora si ricorda anche l’eczema e la dermatite da contatto, che può causare la desquamazione, il prurito e l’arrossamento del cuoio capelluto.

Per contrastare la forfora si consiglia l’uso di shampoo specifici, la cui composizione dipende dal principio attivo utilizzato alla sua base quale: zinco piritione, acido salicilico, solfuro di selenio, catrame di carbone, chetoconazolo. Questi prodotti vanno usati di solito ogni giorno, almeno fino a quando il disturbo non viene tenuto sotto controllo, per poi passare alla loro applicazione due o tre volte la settimana; si consiglia inoltre di alternare due shampoo diversi.

Tra i rimedi naturali da adottare contro la forfora si suggerisce di lavare i capelli quotidianamente con l’olio di melaleuca, ottenuto delle foglie di tè, che hanno proprietà antibatteriche ed antimicotiche. I rimedi della nonna suggeriscono anche di adoperare una lozione all’uovo o un impacco di aromi, da preparare con estratto di tè, eucalipto e rosmarino, mescolati in un cucchiaio di olio puro di jojoba.

È necessario poi seguire uno stile di vita salutare e delle accortezze quotidiane quali: lavarsi quotidianamente i capelli con prodotti delicati per rimuovere l’eccesso di sebo e prevenire la comparsa della forfora; seguire una dieta ricca di frutta e verdura, ma anche di pesce e proteine magre, per assicurare all’organismo un adeguato apporto di aminoacidi solforati, zinco, omega-3, antiossidanti e vitamine del gruppo B.

Si consiglia poi di ridurre l’applicazione sui capelli di gel, lacche o mousse, che tendono ad irritare il cuoio capelluto oltre a renderlo particolarmente oleoso.

Rimedi naturale per combattere la forfora

La forfora è uno dei principali nemici dei nostri capelli, difficile da debellare anche a dispetto di tanti e disparati tentativi. E’ una patologia del cuoio capelluto, che si presenta come scagliette bianche e secche alla base del capello. Di norma il ricambio delle cellule epiteliali del cuoio capelluto avviene regolarmente e l’eliminazione delle cellule morte come desquamazione dei tratti superiori dell’epidermide si verifica senza problemi, e una modestissima presenza di desquamazione è fisiologica. Quando la presenza di squame biancastre e secche è piuttosto elevata, si parla di forfora, che può essere sintomo della dermatite seborroica, che è quindi cronica. E’ un fenomeno molto diffuso che provoca imbarazzo e addirittura problemi di autostima in molte persone, tanto che la sua cura può essere importante anche solo per ragioni psicologiche.

Per combatterla non serve andare dal medico, basta variare la dieta, evitando alcol e grassi, e puntando si frutta e verdura. Ma se ciò non dovesse bastare shampoo a parte, si può ricorrere ad alcuni rimedi naturali, ereditati dai nostri nonni. Primo fra tutti un bell’impacco all’uovo, con tre tuorli, acqua e un aceto. Ma anche il rosmarino ha importanti proprietà benefiche: basta ridurlo in polvere, unirlo al sale e passarlo sui capelli un paio di volte alla settimana. Altri rimedio è il succo di limone, da applicare con attenzione, per poi risciacquare acqua. C’è poi anche una sorta di maschera di bellezza, da applicare per una ventina di minuti una volta alla settimana. Si ottiene mescolando rosmarino, tè, olio di jojoba ed estratto di eucalipto. Ottimi risultati si possono avere anche con l’olio di semi di lino. Il suo utilizzo costante, in poche gocce, da massaggiare sul cuoio capelluto prima dello shampoo, può contribuire ad alleviare e via via a diminuire il problema.

Forfora secca e grassa, i rimedi

In erboristeria si può invece acquistare l’argilla verde ventilata, da utilizzare per fare un impacco antiforfora da applicare sui capelli e da lasciare agire per 30 minuti prima di passare allo shampoo. Adatta per capelli grassi. Per chi ha invece i capelli secchi, può usare dell’argilla bianca, da mixare con acqua. Uscirà fuori un composto cremoso da applicare sulla testa, prima del risciacquo. Altri rimedi sono rappresentati dall’ortica (si prepara un infuso per ottenere una lozione) e dalla barbabietola: far bollire fiori e radici di barbabietola in semplice acqua, filtrare il decotto, lasciarlo raffreddare prima di essere applicato sul cuoio capelluto, massaggiandolo con delicatezza prima di passare allo shampoo.